facebook   instagram    youtube

Dal 2000 ad oggi

 

A distanza di dodici anni si è ripetuto nel 2000 il Periplo della Scultura Italiana Contemporanea 2, con la presenza di 13 artisti di generazioni successive: Roberto Almagno, Giovanna Bolognini, Giacinto Cerone, Giuliano Giuliani, Fduard Habicher, Nunzio, Claudio Palmieri, Ernesto Porcari, Marialuisa Tadei, Alberto Timossi, Saverio Todaro, Adrian Tranquilli e Luisa Valentini. In contemporanea, nella rinnovata sede del Circolo La Scaletta, è stata presentata la mostra Scheiwiller e la scultura, omaggio ad un editore-critico d'arte che con Matera ed il Circolo ebbe un particolare rapporto. Negli anni successivi la rassegna ha ospitato le opere di artisti internazionali come: Mario Negri, Leoncillo, Antonietta Raphael, Marcello Mascherini, David Hare, Alberto Viani e Mirko, riproponendo nel 2012 il Periplo della scultura italiana contemporanea 3.
Fino al 2012 tutte le edizioni sono state curate da Giuseppe Appella, coadiuvato di volta in volta da noti storici dell'arte italiani e stranieri. Gli allestimenti sono stati diretti da Alberto Zanmatti.

Dopo lo stop del 2013 causato dalla mancanza di finanziamenti, nel 2014 è stata organizzata la mostra collettiva ‘ Scultura lucana contemporanea’, a cura di Beatrice Buscaroli, a cui hanno partecipato 13 artisti: Francesco Pesce, Francesco Marino di Teana, Rocco Molinari, Pier Francesco Mastroberti, Antonio Paradiso, Franco Di Pede, Salvatore Sebaste, Donato Linzalata, Margherita Serra, Domenico Viggiano, Giulio Orioli, Donato Rizzi, e Dario Carmentano. Nel 2015 la rassegna ha ospitato la personale ‘Materia e Luce’ del Maestro mosaicista Marco De Luca, a cura di Bruno Bandini e Beatrice Buscaroli. Il protagonista dell’edizione 2016 è stato Pietro Guida con le sue opere in cemento esposte nella personale ‘Racconto di un popolo di statue’ a cura di Tommaso Strinati.  Le ultime due edizioni, a cura di Beatrice Buscaroli, hanno ospitato le mostre personali ‘Dalle profondità del tempo’ (2017) di Novello Finotti ‘ Dimore del Mito’ (2018) e Girolamo Ciulla.

La realizzazione delle mostre è stata resa possibile grazie ai contributi di Enti pubblici locali, banche e sponsor privati.
Le rassegne hanno suscitato sempre grande interesse da parte della stampa generalista e specializzata italiana ed estera. L'organizzazione generale, come sempre, è stata curata dal Circolo La Scaletta.

Social

facebook     instagram     youtube

newsletter

 

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notizie dal Circolo "La Scaletta" sulla tua posta elettronica.