facebook   instagram    youtube

SETTEMBRE 2012
1- Complesso rupestre Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci - Allestimento mostra di scultura "PERIPLO DELLA SCULTURA ITALIANA CONTEMPORANEA
3" nell'ambito della rassegna "Le Grandi Mostre".-

OTTOBRE 2012
2- Palazzo Lanfranchi - Premio Letterario Basilicata "CARTEGGIO DE ROBERTIS PICCIONI" in collaborazione con il Circolo Silvio Spaventa Filippi di Potenza e la partecipazione del Senatore a vita Emilio Colombo.

NOVEMBRE 2012
3- Circolo La Scaletta - Ciclo di incontri tutt'ora in corso su "CITTA' E TERRITORIO" - Il futuro della Città di Matera a cura di Antonio Nicoletti.
4- Circolo La Scaletta - Contributo alla realizzazione del progetto "RETI DI RETI" nel settore dei Beni Culturali in Basilicata a cura di Ida Riccardo.

DICEMBRE 2012
5- Ristorante il Casino del Diavolo - Cena sociale e cerimonia di consegna del premio annuale "UNITI A FICCLATIDD" al socio Peppino Mitarotonda.

GENNAIO 2013
6- Mediateca Provinciale - Presentazione del volume "DA ACCON A MATERA" di Francesco Panarelli con la partecipazione del Prof. Damiano Fonseca.
7- Palazzo Lanfranchi - Serie di incontri sul tema "INSIEME CONTRO LA VIOLENZA" a cura di Francesca Bianco e in collaborazione con Lions Club Matera.
8- Roma - Visita in Vaticano al "PRESEPE DI FRANCESCO ARTESE" e alla mostra sulla Basilicata organizzata dall'APT regionale, con la partecipazione di Mons. Appignanesi ed il Dr. Giampiero Perri.

MARZO 2013
9- Circolo La Scaletta - "OMAGGIO A GIOVANNI PASCOLI, IL POETA BUONO" a cura di Giovanni Caserta, in collaborazione con UNITEP.
10- Palazzo Gattini - "GIORNATE ITALO-RUSSE" (Italia-Bisanzio-Russia) - 1° incontrodi interscambio culturale e religioso con mostra fotografica del regista-fotografo Vladimir Asmirko, la partecipazione del Prof. Michail Talalay in rappresentanza dell'Accademia Russa delle Scienze, di Padre Andrej Bojstov Priore della Chiesa Russa di Bari, Patriarcato di Mosca e la collaborazione della Dott.ssa Viktoriya Petrova.
11- Sala consiliare Comune di Policoro - Commemorazione centenario della nascita di DINO ADAMESTEANU in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata ed il Comune di Policoro, con la partecipazione della nipote Micaela Adamesteanu.
12- Circolo La Scaletta - Costituzione della Coop. "CAVE HERITAGE" tra giovani soci del Circolo per la gestione delle Grandi Mostre e dei complessi rupestri di Madonna Delle Virtù e San Nicola dei Greci.

APRILE 2013
13- Circolo La Scaletta - Serie di incontri per la realizzazione del progetto "IL CINEMA E I GIOVANI" a cura di Stefania De Toma e Luciano Veglia, con la partecipazione di docenti e alunni delle scuole medie superiori, di attori, registi, scenografi e dirigenti del Giffoni Film Festival.

MAGGIO 2013
14- Circolo La Scaletta - Seminari di Architettura "(H)ABITARE dopo i Sassi" in collaborazione con la Facoltà di Architettura delle Università di Firenze e di Matera ed il coordinamento del Prof. Arch. Fabio Ciaravella.
15 - Palazzo Lanfranchi - Convegno sul tema "CENTRO MATERANO DI FORMAZIONE DELLA CITTADINANZA ATTIVA" in collaborazione con il Lions Club di Matera.
16- Circolo La Scaletta - Convegno sul tema "DA ESIODO ALLA RIFORMA AGRARIA" - 2500 ANNI DI CIVILTA' CONTADINA" a cura di Giovanni Caserta e in collaborazione con l'A.I.C.C.
17- Venosa- Visita ai "LUOGHI ORAZIANI" alle "CATACOMBE EBRAICHE" e alle "CANTINE DI VENOSA" d'intesa con il Soprintendente del MIBAC di Basilicata Dr. Antonio De siena e la gentile collaborazione del personale tutto che, malgrado il giorno festivo, ha prestato servizio per assicurare la riuscita dell'evento.
18 - Circolo La Scaletta - Cerimonia per la celebrazione del cinquantenario della scoperta della "CRIPTA DEL PECCATO ORIGINALE" con proiezione dei vari filmati di repertorio.

GIUGNO 2013
19 - Cricolo La Scaletta - Serata dedicata a "POESIA, ARTE E MUSICA" con la collaborazione dell'Associazione "Matera Poesia 1995" e la partecipazione del poeta Davide Rondoni, del critico d'arte Beatrice Buscaroli e del gruppo di musica folk "La Ragnatela". Moderatore Giovanni Caserta.

Domenica, 14 Dicembre 2014 09:43

LE GRANDI MOSTRE NEI SASSI SI SONO FERMATE

Scarsa sensibilità e assicurazioni astratte spengono una delle più importanti esperienze italiane degli ultimi venticinque anni

Di solito, alla fine di giugno , il Sasso Barisano di Matera si animava di un insolito movimento di camion, autogru, scale, operai e mezzi vari che, coordinati da un folto gruppo di volontari, contribuiva alla nascita della più straordinaria fusione di sculture di arte contemporanea con gli scavi scultorei degli antichi ambienti del complesso rupestre della Madonna delle Virtù e di San Nicola dei Greci. Una fusione, una unione, un matrimonio tra arte ed ambiente unico ed irripetibile. A dare forza alla iniziativa delle GRANDI MOSTRE NEI SASSI, organizzate dal Circolo La Scaletta, un grande numero di artisti, storici e critici d'arte, direttori di musei, giornalisti, collezionisti, studiosi e appassionati provenienti da ogni parte del mondo, molti dei quali avevano stabilito, negli anni, un costante ritorno in Basilicata per la mostra di scultura nelle due chiese rupestri.

Una folla di persone che subiva un grande shock per il "contenitore" Matera che alle opere d'arte esposte dava un plus valore straordinario. E questo clamore, alimentato da una rassegna stampa curata sia nella forma che nella presenza su tutti i giornali nazionali e stranieri, creava l'attenzione e l'ammirazione per una Città che, se capace di valorizzare il proprio patrimonio in maniera così grande, era certamente da considerare una Città viva e vitale in ogni campo.

Le mostre, quindi, oltre le mostre; le mostre quale spia di una comunità capace di esprimere, insieme alla sua millenaria storia, tutte le potenzialità culturali della migliore tradizione europea. Una Città che era stata capace di creare un modello di esposizioni nuovo e magico che subito si era imposto all'attenzione del mondo della cultura e ben poteva inserirsi come punto di forza della candidatura a Capitale della Cultura Europea 2019.

Tutto ciò avveniva … di solito.

Quest'anno invece la crisi, che incide profondamente dappertutto, ha particolarmente colpito e mortificato gli entusiasmi e la dedizione di chi, con un duro lavoro di volontariato, per ben 26 anni consecutivi, aveva assicurato l'effettuazione delle grandi mostre estive e aveva presentato i grandi maestri della scultura, celebri o ingiustamente dimenticati, e le giovani promesse poi diventate autentiche certezze.

Vogliamo fare i nomi? Basta scorrere i 26 cataloghi oggi presenti nelle biblioteche di tutto il mondo, basta fare una passeggiata nelle sale, negli ipogei e nei cortili del MUSMA, che queste e cento altre esperienze collaterali assomma , per rendersi conto di cosa è accaduto a Matera in questi anni. Sentirsi abbandonati e ricoperti solo di promesse ed assicurazioni astratte e qualche volta anche contraddittorie, di prolungati silenzi e rinvii delle formali decisioni, di scelte addirittura dannose che spesso prediligono modeste attività, porta alla fatale conclusione dell'abbandono di un fantastico progetto che per essere realizzato ha necessità non solo di finanziamenti certi ma anche di rispettare rigorosamente i tempi che una organizzazione complessa richiede.

Il rammarico di non poter offrire a Matera 2019 un prodotto così prestigioso ci mortifica e ci riempie di grande tristezza. In questo momento non possiamo dimenticare il lavoro di tanti soci e l'apporto di chi ha dato forza alle iniziative finora realizzate dal 1987. E' doveroso in particolare citare Franco Palumbo - come esemplificazione del lavoro di tanti soci - e la grande generosa professionalità di Giuseppe Appella artefice dello spessore scientifico delle mostre, ma anche paziente ricercatore dei rapporti più prestigiosi con la cultura nazionale e straniera.

L'amplificazione nel mondo della presenza autorevole di Matera, della sua storia e delle sue bellezze, non è avvenuta per caso, ma per il lavoro di molti e, tra questi, abbiamo il vanto di essere stati sempre concretamente presenti.

Avremmo voluto esserci anche quest'anno, ma la crisi economica e politica e la destinazione delle ridotte risorse verso scelte diverse non lo ha permesso.

Domani sarà un altro giorno? Per il momento è un interrogativo senza risposta che rafforza la convinzione che si sta per distruggere un grande patrimonio culturale.

MATERA, Chiese rupestri- Sasso Barisano
Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci

MARCO DE LUCA
Materia & Luce

Matera 21 Giugno -17 Ottobre 2015

Si rinnova l’annuale appuntamento con la scultura contemporanea nel complesso rupestre “Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci”,organizzato dal Circolo “La Scaletta”.

Sabato 20 giugno ore 19.00 vi sarà l’inaugurazione della 28^ edizione delle Grandi Mostre nei Sassi, dedicata al Maestro mosaicista Marco De Luca, artista di prestigio internazionale, che attraverso le sue opere darà vita a un evento visivo unico, dal titolo “Materia & Luce”.

Parteciperanno:
Raffaello De Ruggieri - Sindaco di Matera
Ivan Franco Focaccia - Presidente Circolo “La Scaletta”
Marco De Luca - Maestro mosaicista
Bruno Bandini - Storico dell’arte, curatore mostra e catalogo
Beatrice Buscaroli - Storica dell’arte, curatrice mostra e catalogo

Pieghevole Le Grandi Mostre2015 ico pdf

MATERA- Domenica 8 novembre 2015 ore 17.30, presso la Sala Levi di Palazzo Lanfranchi è in programma la presentazione della seconda edizione del volume “AVIGLIANO Storia urbana Territorio Architettura Arte”, realizzato dall’architetto Francesco Manfredi, edito dal Centro Studi Politeia.

Un’opera di pregio che ripercorre l’evoluzione storico-urbana di Avigliano (Pz), dalle origini fino ai tempi moderni, descrivendo il suo patrimonio architettonico e artistico. Il libro propone un’analisi puntuale del territorio nella sua connotazione fisica, nel suo sviluppo topografico, nelle sue forme d’espansione, nella differenziazione funzionale delle aree cittadine, ma anche nella sua dimensione storica e nelle relazioni con la popolazione. Un lavoro attento e appassionato dell’architetto Manfredi, arricchito da un vasto repertorio d’immagini e fotografie, in grado di esaltare la qualità della narrazione.

La prima edizione del volume, completamente esaurita, nel 2011 ha vinto il Premio Basilicata per la Saggistica Storica e Cultura Lucana “Tommaso Pedio”. Dopo quattro anni viene pubblicata la seconda edizione, riveduta e ampliata, in modo particolare, dal lavoro di ricerca realizzato tra la vastissima documentazione della famiglia ed ex azienda Doria Pamphilj, custodita nell’archivio privato di Roma e presso l’Archivio di Stato di Potenza.

Nella realizzazione del libro “AVIGLIANO Storia urbana Territorio Architettura Arte” ha svolto un ruolo fondamentale il Centro Studi “Politeia” di Avigliano, presieduto da Gerardo Coviello, che da sempre realizza iniziative volte a valorizzare il patrimonio storico-artistico del territorio, stimolando la partecipazione attiva dei giovani. Con la pubblicazione del volume di Francesco Manfredi, “Politeia” ha inaugurato la sua attività editoriale, segnando una tappa importante della propria vita associativa, consapevole di dare un contributo importante alla comunità.

Alla presentazione del volume, dopo i saluti di Ivan Focaccia, presidente del Circolo La Scaletta, interverranno Gerardo Coviello, Presidente del Centro Studi Politeia di Avigliano, Raffaello De Ruggieri, Sindaco di Matera, Vito Summa, Sindaco di Avigliano, Amerigo Restucci, Professore ordinario di Storia dell'Architettura, Università di Venezia, Francesco Canestrini, Soprintendente Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, Patrizia Minardi, Dirigente Ufficio Sistemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata e Gianpaolo D'Andrea, Capo di Gabinetto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Coordinerà l’evento il giornalista Pasquale Doria.

L’iniziativa, realizzata con la partecipazione del Circolo La Scaletta di Matera, è patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, dalla Regione Basilicata, dalla Fondazione Basilicata Matera 2019, dal Comune di Matera e dal Comune di Avigliano.

Matera, 6 Novembre 2015
Per informazioni:
Circolo La Scaletta e-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 0835.336726
Ufficio Stampa Circolo La Scaletta
Milena Manicone
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
329.7144199

Martedì, 10 Novembre 2015 09:29

LA SCALETTA PRESENTA L’EVENTO MATER@ MYTHOS

MATERA- E’ dedicato alla figura carismatica di Bruno Zevi, fondatore dell’ IN/ARCH, Istituto Nazionale di Architettura, il primo appuntamento dell’evento emozionale Mater@ Mythos, che si terrà giovedì 12 novembre ore 18.00, presso il Circolo La Scaletta, via Sette Dolori, 10. L’architetto sarà ricordato attraverso una mostra/convegno intitolata “Bruno Zevi e l’Amore per Matera: l’Armonia dell’Architettura per l’Armonia dei Comportamenti”, che ripercorre l’evoluzione dell’architettura della città dei Sassi. L’esposizione, composta da 19 pannelli con testi, fotografie e planimetrie, è ispirata al saggio “Strade di Matera” di Massimo Locci, componente del Consiglio direttivo IN/ARCH, che parteciperà all’iniziativa insieme a Francesco Orofino vicepresidente IN/ARCH, Beatrice Fumarola, coordinatrice segreteria nazionale IN/ARCH, Francesco Gioia, presidente Ordine Architetti di Matera, Raffaello De Ruggieri, sindaco di Matera, Ivan Focaccia, presidente del Circolo La Scaletta e Tomangelo Cappelli, coordinatore regionale dell’ evento Mater@ Mythos.

Nel corso dell’evento sarà ricordato anche il prestigioso premio che nel 1966 l’IN/ARCH, allora presieduto da Bruno Zevi, conferì al Circolo La Scaletta per l’impegno profuso nella conservazione e la valorizzazione del patrimonio architettonico. L’incontro offrirà l’occasione per lanciare alcune proposte concrete finalizzate alla valorizzazione del Patrimonio Culturale e Architettonico della Basilicata, a sostegno di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

L’evento Mater@ Mythos intende promuovere, grazie al protocollo d’intesa tra Regione Basilicata, IN/ARCH Istituto Nazionale di Architettura e MiBACT, un modello eticosostenibile di sviluppo sociale ed economico che puntando su creatività, tradizione e innovazione vuole investire sui giovani, per favorire l'occupazione e promuovere l'Armonia dei Comportamenti attraverso l'Armonia dell'Arte e dell'Architettura.

Gli appuntamenti proseguiranno venerdì 13 novembre,con la visita dei rappresentanti dell’INARCH al Ponte Musmeci della città di Potenza, insieme ai rappresentanti istituzionali del capoluogo. L’obiettivo della tappa potentina è l’inserimento degli interventi di restauro e valorizzazione dell’opera, tra le priorità nella programmazione regionale 2014/2020 e l’avvio delle procedure di inserimento del Ponte nella lista del Patrimonio Mondiale Unesco.

Domenica 15 novembre è in programma l’arrivo a Matera della prima tappa del “Cammino per una vita che vale”. L’iniziativa, promossa dall’associazione “La Compagnia del Leone”, partirà l’11 novembre da Lauria ( Pz), scelta in quanto capofila dell’ Unione dei Comuni del Lagonegrese, per concludersi presso il Circolo La Scaletta., dove sarà proiettato il video-art “Viaggio al cuore della Vita” con Michele Placido e Katia Ricciarelli. Il percorso intende rilanciare concretamente un modello di programmazione turistica, che attraverso un viaggio emozionale ed ecosostenibile, possa mettere in sinergia Matera Capitale della Cultura 2019 con tutti i borghi lucani.

L’evento Mater@ Mythos si concluderà il 3 dicembre 2015, presso Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci, dove sarà allestita una mostra interattiva sul patrimonio rupestre. L’iniziativa è parte del Progetto Interregionale di Sviluppo Turistico “Itinerari interregionali tra siti e villaggi del patrimonio della civiltà rupestre” di Puglia e Basilicata, che ha come obiettivo la promozione di un’offerta turistica integrata delle due regioni. Nel complesso rupestre gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado di Matera, attraverso un allestimento dinamico e interattivo, in un’atmosfera totalmente immersiva, con l’ausilio di foto, virtual tour, installazioni multimediali e giochi interattivi, potranno scoprire le eccellenze artistiche e culturali di Puglia e Basilicata. La mostra interattiva è a cura della RTI Iris – Space- Profin Service.

L’iniziativa è promossa dall’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata, in collaborazione con Regione Puglia, Comune di Matera, Fondazione Basilicata Matera 2019, INARCH, Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Associazioni studentesche, UNIBAS, Circolo culturale “La Scaletta”, Istituto Comprensivo “G.Pascoli”, Istituto d’istruzione secondaria “I. Morra”, Comitato Festa della Bruna, Oltre l’Arte, Centro Europeo di Drammaturgia della Provincia di Potenza, Camera di Commercio di Matera e Confesercenti Matera.

Matera, 10 Novembre 2015

Per info:
Ufficio Stampa La Scaletta
e-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 0835.336726
Milena Manicone
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
329.7144199

Venerdì, 13 Novembre 2015 09:26

LA SCALETTA INCONTRA L’INARCH

Nell’ambito dell’evento Mater@ Mythos i rappresentanti dell’Istituto nazionale di Architettura hanno presentato al sindaco di Matera alcune proposte per lo sviluppo sociale e economico del territorio, attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale e architettonico

MATERA- Si è tenuta ieri presso il Circolo La Scaletta, a Matera, la prima tappa dell'evento Mater@ Mythos, a cui hanno partecipato, Raffaello De Ruggieri, sindaco di Matera, Ivan Focaccia, presidente del Circolo La Scaletta, Francesco Orofino, vice presidente IN/ARCH, Massimo Locci, Consiglio direttivo IN/ARCH, Beatrice Fumarola, coordinatrice segreteria nazionale IN/ARCH, Francesco Gioia, presidente dell’Ordine degli Architetti di Matera e Tomangelo Cappelli, coordinatore del progetto Mater@ Mythos, dell’Ufficio Sistemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata. La serata è stata dedicata alla figura carismatica dell’architetto Bruno Zevi, che nel 1959 fondò l’Istituto nazionale di Architettura IN/ARCH, a Roma. Nello stesso anno nasceva il Circolo materano – ha ricordato Ivan Focaccia, presidente della Scaletta- fondato da un gruppo di giovani, guidato da Michele De Ruggieri e Raffaello De Ruggieri. Nel 1968, le strade dei due enti culturali– ha sottolineato il presidente- si incrociarono a Palazzo Taverna, nella Capitale, dove l’allora ministro della Ricerca Scientifica e Tecnologica, Leopoldo Rubinacci, consegnò il Premio Nazionale IN/ARCH 1966 al Circolo “La Scaletta”, come esempio unico nel Mezzogiorno per l’azione di valorizzazione del patrimonio delle Chiese rupestri di Matera e dintorni”.

E’ seguito anche il ricordo del sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, degli anni dell’Università, in cui a Roma, frequentava l’Istituto nazionale di Architettura, che ha svolto un ruolo fondamentale nella sua formazione. In particolare il primo cittadino ha sottolineato l’importanza di alcuni articoli, di Bruno Zevi, come “Il concerto dei ministri”, pubblicato sull’Espresso, diventato il manifesto ideologico e politico per il Circolo.

Nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra la Regione Basilicata,l’Istituto nazionale di architettura e il Ministero dei beni e delle attività culturali, Francesco Orofino, vicepresidente IN/ARCH, ha presentato al sindaco alcune proposte finalizzate alla valorizzazione del patrimonio culturale e architettonico, come strumento per lo sviluppo sociale ed economico del territorio.

Il progetto Mater@ Mythos- ha spiegato Tomangelo Cappelli, coordinatore regionale del progetto- intende diffondere un modello etico sostenibile di sviluppo sociale ed economico, che punta su creatività, tradizione e innovazione, per favorire l’occupazione e promuovere l’Armonia dei Comportamenti attraverso l’Armonia dell’Arte.

Ha concluso il convegno Massimo Locci, del consiglio direttivo IN/ARCH, che ha ricordato Bruno Zevi, l’architetto, e critico d’architettura con cui ha lavorato fin da ragazzo, che amava ricordargli che“la cultura deve essere pagata”. Locci ha realizzato circa trenta anni fa il saggio “Le strade di Matera”pubblicato nel terzo volume della collana diretta da Bruno Zevi “Comunicare l’Architettura”, edizioni SEAT, ormai introvabile. Il testo e le fotografie aeree della Città dei Sassi di Silvia Masotti, sono stati riprodotti nella mostra “Bruno Zevi e l’Amore per Matera”, allestita al Circolo “La Scaletta” e visitabile fino a fine novembre.

Matera, 13 novembre 2015
Ufficio Stampa La Scaletta e-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 0835.336726
Milena Manicone
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

“I COLORI PIÙ BELLI D’ ITALIA” IN MOSTRA ALLA SCALETTA

MATERA -Sabato 12 dicembre alle ore 17.30, presso il Circolo La Scaletta, in via Sette Dolori, 10 si terrà l’inaugurazione della mostra di pittura “I colori più belli d’Italia” di Viktor Zakrynycny. L’artista ucraino, con uno stile che si rifà all’Impressionismo, ha esposto le sue opere nelle gallerie di tutto il mondo, per la terza volta torna a Matera, con una personale dedicata alle bellezze paesaggistiche dell’Italia. Trentasei opere che percorrono un viaggio attraverso i luoghi romantici e le atmosfere uniche delle più belle città italiane: Venezia, Bologna, Firenze e Roma, con un omaggio a Matera. Cinque tele del talentuoso pittore rappresentano la Città dei Sassi attraverso un punto di vista inedito: the doors, usci e portoni di antichi palazzi e abitazioni, tra cui è possibile riconoscere alcuni scorci di vico Purgatorio, via Margherita e via Rosario.

Al vernissage interverranno Ivan Focaccia, presidente del Circolo La Scaletta, Donato Colucci, curatore mostra e l’artista Viktor Zakrynycny , che presenterà il catalogo delle opere italiane.

La mostra potrà essere visitata dal 13 dicembre al 9 gennaio 2016 con i seguenti orari:
Dal lunedì al venerdì : 17.00 - 20.00
sabato e domenica: 10.00 - 12.30 ; 17.00-20.00

“Viktor è un cantastorie: osserva una scena, la filtra attraverso il suo mondo emotivo e poi la racconta con un uso magistrale del colore. Il risultato finale è l’impressione immediata di ciò che ha attratto la sua attenzione ed è rimasto scolpito nella sua mente”.

Nicola Rizzi e Peppino Mitarotonda

Matera, 11 Dicembre 2015
Ufficio Stampa Circolo La Scaletta
Milena Manicone mob. 329.7144199

Note biografiche

Viktor Zakrynycny nasce nel 1967 in Ucraina a Kamenets-Podolsky . Nel 1993 si laurea all'Accademia di Belle Arti "Ohienko". Nel 1996 si trasferisce ad Atene, attratto dal fascino dell’arte classica, dove perfeziona i suoi studi Dal 1997 vive e lavora a Brno, nella Repubblica Ceca. Continuamente in contatto con il mondo dell’Arte, ha partecipato a esposizioni presenti in tutto il mondo: Museo d’ Arte di Chianciano Terme, Biennale 2011 (Honorable Mention for Artistic Merit); ARTROM Gallery Roma (Award Winner of TOP TEN Consequences); Show artists UK Art Competition London (Art Curated Prize); Artists Haven Gallery Ft. Lauderdale, Florida; ContempoArtUkraine Foundation, San Francisco (Certificate of Excellence), Art Domain Gallery, Lipsia ( Certificate Nominee of Palm Art Award) Galerie Dilo, Brno, Galerie Kincova, Zlin.

MATERA- Domenica 15 maggio, ore 19, presso il complesso rupestre Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci, nel Sasso Barisano, è in programma il secondo appuntamento di AUTENTRAVEL - Benvenuti nell’era dell’autenticità”, performance di danza contemporanea e teatro, a cura di Asd Oltredanza- Progetti in movimento, con il patrocinio del Comune di Matera e del Circolo La Scaletta.

Dopo il successo dello scorso primo maggio nella Chiesa del Cristo Flagellato ( ex ospedale San Rocco, continua il viaggio di Autentravel nei luoghi più suggestivi della Città dei Sassi, che proseguirà il 21 maggio a Palazzo Lanfranchi e il 28 maggio in piazza San Giovanni.
Nella seconda tappa musica, danza e recitazione si fonderanno nello scenario arcaico della Cripta di Madonna delle Virtù, dando vita a uno spettacolo unico.

Il progetto coreografico, realizzato da Asd Oltredanza, giovane associazione materana che promuove la danza e le arti performative, si basa sull'improvvisazione e sulla comunicazione delle danzatrici in lotta con gli oggetti che le legano alla crisi, fino al ritrovamento di se stesse e del loro essere autentiche.
Nella società attuale “bombardati” da continui input provenienti dalla tv e dai social network, l’autenticità è ormai una cosa rara. La performance riassume il senso di spaesamento creato nell’uomo dal venir meno dei valori assoluti, la nostalgia per le totalità perdute che hanno abituato l’uomo a vivere senza punti di riferimento e a ricercare la sua autenticità.

L'esibizione è accompagnata da interventi teatrali degli attori dello IAC ( Centro Arti Integrate) e i brani drammatizzati derivano da interviste fatte a cittadini e turisti della città di Matera sul tema dell’autenticità.

Solo per questa data, è gradita la prenotazione per permettere a tutti una visuale completa della performance.

Le prenotazioni potranno essere effettuate scrivendo una e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con il numero di persone che intendono assistere allo spettacolo.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti.

Coreografie: Rossella Iacovone,
Ballerine: Serena Di Lecce, Simona Colucci, Alessia Perniola, Vita Cardinale, Nicla Schiavone, Sofia Rega, Giorgia Gagliardi, Cristina Porcari
Attrici: Mariana Vizziello e Silvia Manicone (IAC).
Progetto grafico: Antonio Cappiello.
Progetto video: Alex Maffei Simone Martone, Andrea Bianchi, Francesco Casiello, Giuseppe Scocuzza e Matteo Martone.
Organizzazione: Rossella Iacovone, Adele Paterino, Serena Di Lecce, Monica Montesano e Viviana Matacchiera.

CALENDARIO EVENTI
15 MAGGIO: Chiesa rupestre Madonna delle Virtù ore 19.00
22 MAGGIO: Palazzo Lanfranchi ore 18.00
28 MAGGIO: Piazza San Giovanni ore 21.30

MULTIMEDIA
Promo dell’evento a cura di Alex Maffei e Simone Martone
https://www.youtube.com/watch?v=pRWuX19aZFk&sns=fb
FACEBOOK
https://www.facebook.com/asdoltredanza/ pagina facebook dell’asd Oltredanza – Progetti in movimento
https://www.facebook.com/events/1581564505488417/ pagina facebook dell’evento Autentravel

Matera, 11 maggio 2016

MATERA- Arrivano dal Dipartimento di Arte sperimentale della Kunstuniversität di Linz i venti ragazzi austriaci che ieri pomeriggio ha visitato la sede del Circolo La Scaletta, archivio delle numerose attività svolte in ambito socio-economico, storico, artistico e ambientale dagli infaticabili soci. Il gruppo costituito da filosofi, architetti e fotografi hanno ascoltato con interesse la storia del sodalizio, raccontata dal presidente Ivan Focaccia. Un’avventura lunga quasi sessant’anni che è parte integrante della città di Matera, un luogo che gli studenti potranno scoprire e studiare fino al 20 maggio, attraverso un ciclo d’incontri, che si terranno nella sede del Circolo culturale. Il lavoro di ricerca con carattere scientifico e artistico, che si estenderà anche alla Basilicata, è coordinato da Angelo Stagno, architetto materano, docente dell’ateneo austriaco, impegnato da oltre vent’anni in progetti e studi sul territorio lucano, conosciuti a livello internazionale, e da Andrea van der Straeten, capo del Dipartimento di Arte sperimentale. Il tema scelto per quest’anno è la contemporaneità del tempo, accompagnato dalla frase di Mark Twain “La storia non si ripete, si pone in rima”. “Noi viviamo parallelamente molte epoche – ha osservato il professore Stagno- e a Matera questo è particolarmente evidente. Questa città con la sua storia millenaria è un crogiolo di culture diverse e frammiste e si pone come luogo ideale per un’analisi attenta e precisa della periodizzazione storica sotto gli aspetti architettonici, dei costumi popolari, dei riti e dell’arte in generale. Per questi motivi – ha concluso l’architetto – la Città dei Sassi offre i presupposti migliori per la realizzazione di elaborazioni artistiche dal carattere più diversificato e poliedrico”.
Lo scambio di esperienze e conoscenze degli studenti di Linz con artisti, creativi materani, specialisti e conoscitori di arti e mestieri in ambito locale è tra gli obiettivi di base dell’esperienza del seminario di studi che si terrà a Matera, in collaborazione con Casa Noha, FAI Fondo per l’Ambiente italiano e ASI, Agenzia spaziale italiana.

I lavori realizzati a conclusione del progetto saranno oggetto di una pubblicazione prodotta dal Dipartimento di Arte sperimentale della Kunstuniversität di Linz e verranno presentati al Circolo La Scaletta.

Il primo appuntamento su fotografia, territorio e tradizione è in programma sabato 14 maggio, ore 18, con il fotografo Antonello Di Gennaro, seguiranno gli incontri sulla lavorazione della cartapesta con gli artisti Michelangelo Pentasuglia, Raffaele Pentasuglia, Massimo Casiello e con Francesco Linzalone per parlare di slow food e prodotti tipici.

Matera, 13 maggio 2016
Ufficio stampa Circolo La Scaletta
Milena Manicone
Mob.329.7144199

MATERA- Si terrà venerdì 10 giugno 2016, ore 18.30, al Circolo “La Scaletta”, in via Sette Dolori 10, la presentazione del libro “Italia 1915. In guerra contro Giolitti” del senatore Luigi Compagna , pubblicato da Rubbettino Editore.

L’autore propone un’analisi del giolittismo e dell’antigiolittismo, ponendo in evidenza il significato innovativo del governo di Giovanni Giolitti, in un’Italia, che come stato unitario vantava solo un cinquantennio di vita, difficile e contraddittoria. Nel volume vengono analizzate le motivazioni dell’ antigiolittismo, considerato un errore di giudizio in quanto deformazione del pensiero e dell’azione giolittiana, ma anche un modello con cui analizzare i fenomeni successivi nella vita politica della Repubblica.

Compagna con stile rapido e talvolta persino scanzonato utilizza il passato per illuminare alcuni aspetti dell’ attualità, ponendo ai lettori l’interrogativo “Il governare bene non è forse più importante delle asserite grandi visioni spesso causa di risultati negativi?”.

Dopo i saluti di Ivan Focaccia, presidente del Circolo “La Scaletta”e Raffaello de Ruggieri, sindaco di Matera, interverranno l’autore, Emma Fattorini, senatrice e storica, docente dell’ Università “La Sapienza” di Roma e Guido Pescosolido, storico e docente dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Note sull’autore
Luigi Compagna ( Napoli 1948) ha insegnato Storia delle dottrine politiche alla LUISS “Guido Carli”di Roma, senatore liberale nella XI legislatura, rieletto poi col centro destra nella XIV, XVI e nell’attuale legislatura. È condirettore di “Libro Aperto”, la rivista fondata da Giovanni Malagodi e oggi diretta da Antonio Patuelli. È membro del comitato promotore del “Dizionario del liberalismo italiano” presieduto da Fabio Grassi Orsini.
Fra le sue opere: Alle origini della libertà di stampa nella Francia della Restaurazione (Laterza 1979); Gli opposti sentieri del costituzionalismo ( Il Mulino 1998); Parlamentarismo antico e moderno ( Lombardi 2003); Theodor Herzl ( Rubettino 2010).

Matera, 7 Giugno 2016
Ufficio stampa Circolo La Scaletta
Milena Manicone mob.329.7144199

Social

facebook     instagram     youtube

newsletter

 

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notizie dal Circolo "La Scaletta" sulla tua posta elettronica.